MYANMAR 

Ottobre 2016

MYANMAR

Il fascino della Birmania ed i suoi 5000 anni di storia rimangono impressi nella memoria. Un popolo mite, dignitoso, che vive in armonia con la natura e che affronta la propria quotidianità con i ritmi di una cultura millenaria.

Un viaggio che ha percorso le rotte tradizionali del Paese, abbinato alla ricerca delle più antiche tradizioni.  Tra queste abbiamo scelto per il nostro gruppo la più spettacolare:  il festival Phaung Daw Oo Pagoda.

Tutti gli abitanti dei  villaggi che si affacciano sul lago Inle  celebrano  questa importante festa  buddhista trainando con le loro tipiche imbarcazioni una grande barca dorata che trasporta, di villaggio in villaggio, la statua del Buddha ricoperta d’oro con altre immagini sacre.

Durante il festival, decine di lunghissime canoe, ciascuna con a bordo numerosi  “vogatori” si sfidano in appassionate e spettacolari gare lungo il fiume.

La nostra esperienza è stata fantastica, in quanto abbiamo partecipato a bordo delle nostre canoe ai festeggiamenti  insieme a migliaia di fedeli , circondati da suoni, canti, colori e manifestazioni di fratellanza.

Il nostro cuore è rimasto legato al lago Inle ed alle sue case costruite sull’acqua, ai suoi orti galleggianti, ai pescatori che remano usando una gamba ed ai tramonti che rimarranno impressi nei nostri occhi.

Il viaggio si è concluso a Bagan, una valle incantata con migliaia di pagode dove il tempo sembra non essersi mai fermato. La valle di Bagan ci ha  affascinato e sorpreso per la sua grandiosità.

Ogni monumento dal più grande al più piccolo rimanda a tempi lontani formando una catena di misticismo che sembra non interrompersi mai.

La Birmania: una delle mete più emozionanti, un viaggio che ognuno dovrebbe fare almeno una volta nella vita.