MAROCCO

Aprille 2019

MYANMAR

Atmosfere magiche, in cui paesaggi contrastanti e tradizioni secolari si fondono. Musiche e profumi rendono indimenticabile ogni momento del viaggio: dalla variopinta confusione dei souk, all’unicità dei colori del deserto; il Marocco rimane una delle mete più affascinanti. Questa è la quarta volta che torno in Marocco, ma è sempre emozionate come la prima volta!

Volo di linea su Casablanca per ammirare la Moschea bianca sul mare. La moschea di Hassan II edificata per volontà del sovrano Hassan II e inaugurata nel 1993, è per dimensioni la moschea più grande del Marocco e tra le più grandi al mondo.

Dopo la prima notte a Casablanca, il nostro viaggio prosegue verso Rabat per una sosta nella capitale del Marocco. Nota per la Kasba degli Oudaïa. Questa fortezza reale berbera è circondata da giardini francesi e si affaccia sull'oceano. L'iconica Torre Hassan, minareto del XII secolo, si erge sulle rovine di una moschea.

Lasciamo la capitale per dirigerci verso la città blu: Chefchaouen. Ancora poco nota e solo da poco inserita nelle rotte turistiche visitiamo questa città considerata una delle più belle del Marocco settentrionale.
Situata ai piedi delle montagne del Rif è una susseguirsi di case dalle pareti blu incastonate in un lussureggiante paesaggio naturale.

Prossima tappa, Fès! Un’esperienza unica ed indimenticabile.Fès è famosa per la sua Medina la parte vecchia delle città arabe. Con le sue tortuose e strette strade, percorribili solo a piedi in cui i trasporti avvengono con gli asini carichi fino all'inverosimile. Piccole piazze e mercati di ogni tipo in cui si possono trovare prodotti dell'artigianato del legno, del metallo, del cuoio, ed anche botteghe artigiane dei più svariati mestieri. 

Il nostro viaggio prosegue verso Marrakech. Non ci sono parole per descrivere questa città. Designata capitale culturale per il Nord Africa del 2020, Marrakech è una delle mete più interessanti del continente africano per design e arte contemporanea.
Impossibile non perdersi nel souk di Marrakech che offre prodotti di ogni genere. Lampade, mobili, tappeti, pelletteria, spezie… fino ad arrivare nella piazza più  camaleontica mai vista prima: La piazza Jamaa el Fna tranquilla al mattino, con il trascorrere delle ore si affolla di mercanti di ogni genere. Incantatori di serpenti, commercianti d’acqua, di spremute d’arancia, prodotti per la casa, babucce colorate e con il passare delle ore la piazza, con il calar della sera, diventa un immenso ristorante all’aperto dove gente proveniente da ogni angolo della terra gusta prelibatezze marocchine.

La nostra ultima tappa è  Agadir per trascorrere qualche giorno di relax al mare, ma prima di arrivare ci fermiamo per il pranzo ad Essaouira. La luce abbagliante di questa cittadina sulle sponde dell’Oceano Atlantico è unica. Le case bianche riflettono il sole ed una brezza leggera rende l’aria fresca e piena di odore di mare.
I gabbiani volano su centinaia di barche dei pescatori ormeggiate nel porto e lungo la spiaggia ristoranti di pesce freschissimo attendono i turisti con la classica gentilezza che contraddistingue questo popolo meraviglioso.

Tanta voglia di tornare!!